martedì 1 dicembre 2020

Frollini di farina di farro al burro salato e cioccolato bianco

Siamo a dicembre.

Di già!

Nulla può fermare lo scorrere del tempo.

Nel pensarlo mi sono chiesta se per caso fosse una frase vergata già da qualcuno. Ho prontamente aperto la pagina di ricerca di google e ne è uscito un elenco di link a siti di aforismi sul tempo ed il suo scorrere. 

Gli aforismi. Quand' ero più giovane piccina ricorrevo molto all' uso degli aforismi... forse perché era mia abitudine scrivere molte lettere, biglietti di auguri per qualsiasi circostanza, cartoline. Abitudine che con l' avvento degli sms, prima, e whatsapp poi è andata pian pianino scomparendo se non per casi davvero speciali.

Come ci sono arrivata? Ah sì, pensando allo scorrere del tempo! Tra l' altro mi sono ricordata che Jovanotti tanti anni fa cantava qualcosa in merito (canzone che ho sempre musicalmente detestato).

Dicembre è arrivato e non ho assolutamente idea di cosa ci riserverà. 
So che non vedrà LoveOfMyLife e me impegnati ogni sera nell' apertura dei pacchettini del Saccone dell' Avvento perché quest' anno, contrariamente agli scorsi, abbiamo deciso di comune accordo di soprassedere per impossibilità di approvvigionamento delle varie sorpresine (causa il famigerato "voi sapete chi").

Gli scorsi anni sapevo già in partenza che i giorni di festa sarebbero stati scanditi dalle seguenti liete ed imprescindibili tappe:

 - Vigilia di Natale: a casa dei genitori di LoveOfMyLife
 - Natale: pranzo dalle zie in montagna
 - S. Stefano: pranzo con la mia famiglia

quest' anno, invece, l' incertezza ha la meglio. Siamo tutti in trepidante attesa dell' enunciazione del nuovo Dpcm che sancirà dove, con chi e fino a che ora potremo festeggiare.

Nel frattempo la regione Piemonte è stata upgradata a "zona arancione" e sebbene riconosca che il poter uscire di casa senza la preoccupazione di poter essere considerata fuori legge perché ai limiti della zona consentita per la "passeggiata", dall' altra ho tanta paura che la gente, i più, si riversi per le strade... un po' come i tori a Pamplona nel giorno di San Firmino... con l' unica differenza che per i tori provo molta empatia.
Ieri nel percorrere in auto un viale che costeggia un grandissimo parco verde torinese (siamo finalmente riusciti ad andare a salutare i genitori di LoveOfMyLife), sono rimasta sconvolta dalla quantità di vetture parcheggiate. Numeri che nulla hanno da invidiare alle occasioni di scampagnate pasquali o estive. 
Stufi lo siam tutti di stare reclusi o di aver paura a muoverci ma appunto per evitare il reiterarsi o il prolungarsi di questa clausura, dovremmo tutti cercare di limitarci un po'.

Adesso basta, però. 

E' dicembre? Sarà un... "Unconventional December?", d' accordo, ma perché non ricondurlo, nei limiti del possibile, a quello degli anni scorsi? Come? Facendo ciò che siamo soliti fare in questo periodo ossia, per quanto mi riguarda, produrre biscottini, dolcetti, torte, pani, brioches. Non siete d' accordo? Secondo voi questo dicembre ci riserverà comunque solo cose brutte? Mettetevi all' opera lo stesso! Una buona coccola dolce fatta con le vostre manine vi porterà lo stesso un po' di conforto.

Io inizio con il postarvi questi biscottini che sono una comoda, velocissima e golosissima idea... sia come merenda con una buona tazza di tisana, caffè, cioccolata sia come fine pasto o come idea regalo!

Aggiungo che l' idea di questa ricetta viene da qui. Io ho solo usato una farina di farro integrale (quindi più scura) ed in quantità diversa.

INGREDIENTI per una 40na di biscotti (a me ne sono venuti 43 da 20 gr. cad.):

INGREDIENTI:

  • 150 gr. di zucchero di canna Demerara
  • 50 gr. di zucchero semolato
  • 200 gr. di burro leggermente salato morbido
  • 1 uovo medio
  • 200 gr. di farina integrale di farro
  • 200 gr. di farina 0
  • gocce / pepite / pezzi di cioccolato bianco a sentimento
STRUMENTI:
  • 2 ciotole
  • leccapentole
  • planetaria con frusta "K" (nulla vi vieta di lavorare il tutto a mano. io ho evitato perché le mie mani si scaldano troppo e troppo rapidamente)
  • pellicola per alimenti
  • teglie
  • carta da forno 
  • gratella per dolci

PREPARAZIONE

Per prima cosa ho lavorato i due zuccheri con il burro tagliato a tocchetti.
Una volta ottenuto un composto chiaro e spumoso, ho aggiunto l' uovo.
Amalgamato l' uovo, ho aggiunto gradualmente le farine e continuato a lavorare con la frusta "K" fino a completo assorbimento delle farine. Ho aggiunto il cioccolato bianco (io ho usato le decorazioni a base di cioccolato bianco della Pane Angeli perché languivano in dispensa da un po'). 
Tempo che le gocce si sono mescolate all' impasto, ho trasferito quest' ultimo sul tavolo e lavorato a mano brevemente per ottenere un panetto che ho avvolto in pellicola alimentare e fatto riposare per almeno 30 minuti (io l' ho lasciata 3 ore).
Passato il tempo del riposo, ho acceso il forno impostando la temperatura di 180°C e foderato due teglie (la leccarda più una teglia rettangolare più piccola) con carta forno.
Ho estratto l'impasto dal frigorifero ed iniziato a creare i biscotti.
Ho staccato un pezzetto di impasto da 20gr ciascuno, l' ho roteato tra i palmi fino ad ottenere una pallina che ho schiacciato e posizionato sulla teglia. Le palline vanno un po' distanziate (non troppo) perché l' impasto in cottura cresce leggermente.
Ho infornato per 15-18 minuti. 
Eccoli qua, in un pacchettino, per la sorella di LoveOfMyLife!









Deliziosi, mi dicono dalla regia. Io sono sempre a dieta -_-.
Vi abbraccio.
A presto,
LaGio' Riccia

40 commenti:

  1. Io sarei d'accordissimo su produrre biscottini, dolcetti, torte, pani, brioches per mantenere una certa normalità...ma a chi le faccio mangiare poi? una volta li spacciavo a parenti e colleghi ma adesso mi toccherebbe mangiarmeli tutti io...alla faccia della dieta :-) produrrò solo cose spacciabili come regalini di Natale, tipo questi biscottini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh sì infatti io ho deciso che farò così. Produrrò brioches da congelare e da propinare a LoveOfMyLife una al dì e per il resto biscottini, pasticcini, tortine...cose da regalare.
      Un abbraccio

      Elimina
  2. qui da noi in Toscana siamo zona rossa, pare passeremo presto all'arancione e a Natale chissà... sicuramente dovremo fare i conti con delle restrizioni, quindi come dici te, almeno coccoliamoci con qualche dolcetto! per me Natale vuol dire biscotti di frolla fatti in casa, questi tuoi li ho amati solo a leggere gli ingredienti. burrosi, golosi ed irresistibili nella loro semplicità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehh poi non so a te ma per me il connubio dolce - leggermente salato è irresistibile!!! ;-)

      Elimina
  3. Un Natale in pochi non mi dispiace, quest'anno non me la sentirei proprio di mettere a rempentaglio la salute dei più vecchietti della famiglia o dei più cagionevoli. Saremo noi 3 e voglio godermi ogni singolo istante di questa (insolita) intimità. Anch'io continuo a vedere troppa gente in giro e questo mi spaventa :-( io ormai vivo in una completa asocialità e continuerò così finchè sarà necessario..non solo perchè lo dice un DPCM.
    Ma torniamo allo sfornamento compulsivo di leccornie natalizie che è meglio! I tuoi biscotti sono una favola e sono convinta che si sciolgano in bocca..gnammy che tentazione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehh mi dicono di sì...si sciolgono e sono molto golosi!!
      E' vero: abbiamo la responsabilità di difendere e proteggere chi è più indifeso.
      Un caro abbraccio

      Elimina
  4. Anche per me sarà un Natale diverso: mancheranno diverse persone e quindi preferisco in ogni caso passarlo con la mia famiglia...come per smaltire troppa tristezza. Belli e buoni o biscotti!! Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Ciao Gio anche io mi metterò a biscottare nel fine settimana! Un abbraccio a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla! Sono impaziente di vedere cosa sfornerai :-)
      Un bacione

      Elimina
  6. Ma grazie per questi deliziosi biscotti! Se anche sarà un dicembre " inusuale" sono proprio queste le cose che possono portarci un po' di pseudo- normalità. Dai, sono fiduciosa...prima o poi sarà tutto solo un' brutto ricordo...grazie ancora, un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, cara Grazia, tutto questo sarà solo un ricordo! :-)
      Un bacio grande e a presto

      Elimina
  7. Per me il Natale negli scorsi anni era come il tuo, divisi con la mia numerosa tribù, si cominciava il 24 sera e si terminava il 26 ... quest’anno non so nemmeno se potrò passarlo con mia figlia e i bambini. Vedremo cosa deciderà il nostro “capo”. Io vivo in un piccolo paese in collina e ressa non ce n’è mai. Uscire dal paese non si può ... perciò, problema risolto. Vedo che comunque le persone non imparano mai dagli errori del passato e questo mi fa una grande rabbia!! I biscottini? Lo sai che sono a dieta e poi chi se li mangia? Non sai però quanto mi piacerebbero ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono in attesa di sapere come fare...se magari per la mia mamma posso spostarmi al di fuori del mio comune (ho sentito oggi al tg che devono ancora decidere come poter evitare di far passare le feste da soli agli anziani). Vedremo...!
      Ehhh che ti devo dire, Terry? A dieta pure io... ne beneficia LoveOfMyLife o la sua famiglia! ;-)
      Ti abbraccio

      Elimina
  8. Condivido il tuo pensiero e cambiare colore non significa liberi tutti anche perchè il rischio di doverci rinchiudere di nuovo è alle porte purtroppo. Ma le persone sono troppo abituate alle proprie abitudini non ci vogliono rinunciare appena possono via... e non pensano minimamente alle conseguenzse per loro e per gli altri. Siamo anziani noi quindi genitori niente più, ma figlia marito e nipote abbiamo deciso ognuno a casa propria. Loro si muovono per vari motivi e nipote ha la ragazza anche se stanno tutti molto attenti. Mio nipote acquisito (fratellastro del mio) vive in Croazia ed è venuto a Trieste per vedere il fratello e....per fortuna il giorno prima dell'appuntamento non si sentiva bene e l'ha annullato. Per fortuna, è risultato positivo, quarantena a casa ed è poi subito ripartito per la Croazia. Pensa se si fosse incontrato con mio nipote.... forse non succedeva nulla ma cè sempre un forse e quindi ci saluteremo con le chat che in questo caso sono utilissime.
    Faremo la nostra solita cena sia vigilia e Natale e Capodanno felici di stare assieme (lo siamo da 55 anni), non abbiamo problemi e... chi si muovo vicino a casa ho tutto (sono fuori centro) quello che mi serve solo attraversando la strada ed un viale boschetto per le passeggiate tempo permettendo. Un forte abbraccio e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cappero! Tuo nipote l' ha scampata per un soffio! Sono felice di sapere che le cose sono andate per il meglio.
      Un bacione

      Elimina
  9. Prenderò spunto per il prossimo Natale!

    RispondiElimina
  10. a me in fatto di produzione non cambia niente, poco facevo prima e poco farò adesso :-) i biscotti comunque sono sempre benvenuti per quei momenti di voglia di dolcetto :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh quindi continui la tradizione degli anni passati ;-)
      Eh sì, tra l'altro la voglia di dolcetto... quando arriva, arriva. E' bene non farsi trovare impreparati

      Elimina
  11. Ma che buoni, io adoro il burro salato per cui questi sono certa mi piacerebbero!

    RispondiElimina
  12. Un goloso regalo questi biscotti, ottimi cara!!!

    RispondiElimina
  13. Qui in toscana siamo in rosso e da domenica vinciamo l'upgrade in arancione. Natale molto sotto tono sprangati in casa ma non ci dispiace perchè ultitamente con la gente che c'è in giro anche qui al paesucolo io tipo per i cinghiali dell'amiata (detto questo detto tutto) per il resto mi impegno a biscottare e a rimpinzare marito e figlio di dolci perchè ho diverse ricette da provare e loro sono gli assaggiatori ufficiali! Un bacio

    RispondiElimina
  14. Che idea fantastica!!!!!!!!! Carissima cerchiamo di resistere e buona domenica!

    RispondiElimina
  15. Sarà un Natale diverso, lontana da mamma e papà che abitano a soli 4 km da casa mia, per proteggerli.
    I dolci per Natale continuerò a farli e molto probabilmente anche gli agnolotti che poi distribuirò con gioia!
    Prendo la ricetta dei biscotti, hanno proprio un aspetto invitante e goloso e ti lascio un abbraccio stretto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli agnolotti...che bontà!! Immagino anche la gioia di chi li riceverà :-))).
      Un grande abbraccio, stellina

      Elimina
  16. Ciao cara Giovanna, un caro saluto e buona Immacolata! Sempre complimenti per il tuo blog, un bacione <3

    RispondiElimina
  17. Io per la prima volta non potrò andare dai miei genitori a Natale e a Capodanno. E pensa che abitano ad appena 50 minuti di macchina. Prima delle varie chiusure andavo da loro ogni fine settimana, ora sono più di due mesi che non li vedo. E' un periodo di sacrifici sotto tanti punti di vista putroppo. Teniamo duro. Che voglia di sfornar biscotti mi metti. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace tanto, Natalia! Immagino il sacrificio ma, hai ragione, dobbiamo tener duro.
      Allora sforna, sforna! :-)
      Un abbraccio

      Elimina
  18. Mi piacciono moltissimo i tuoi biscotti. Un abbraccio

    RispondiElimina
  19. Sarà sicuramente un Natale diverso ma cercherò di coglierne, ancor di più, l'essenza più intima e profonda. Al di là di nuove restrizioni o aperture, lo trascorreremo a casa, in famiglia, il più serenamente possibile. E tra le piacevoli incombenze culinarie dei giorni precedenti, metterò sicuramente in nota questi fragranti frollini. Un abbraccio, Giò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Grazia! Sì, del resto il senso del Natale, per me, è proprio questo: vivere i momenti di festa in famiglia.
      Un caro abbraccio anche a te

      Elimina
  20. Golosissimi!! Come resistere a questi frollini? UN abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabrina! Grazie mille! In effetti chi li ha ricevuti li ha trovati irresistibili :-D

      Elimina