lunedì 6 dicembre 2021

Biscotti con crusca d' avena e cioccolato

Andare dai nonni, quando eravamo ancora piccine e vivevamo a Diano Castello, voleva dire, per me e Tata, principalmente andare a trovare i loro conigli. Nulla togliere ai nonni, per carità, ma per noi il divertimento vero era andare a vedere quelle palle di pelo di svariate dimensioni, munite di muso buffo e che masticavano in continuazione facendo sparire intere carote e foglie di insalata come se non ci fosse un domani.

Ben consapevole di questa nostra "passione", la nonna ci coinvolgeva nella preparazione ed elargizione del "pastùn" (n.d.G.: pastone) ossia una sorta di mappazzone a base di pane raffermo, acqua, verdura di svariato tipo e poi lei: la crusca. Incredibile che i conigli tritassero senza batter ciglio tutta quella sbobba con dentro quella che, a tutti gli effetti, ai miei occhi di bambina era più assimilabile alla segatura che a qualcosa di commestibile.
Ovviamente tra tutte quelle palle di pelo ce n'era una che spiccava e che aveva un ruolo speciale nel nostro cuore: Bianchina! Una coniglietta tutta bianca bianca, candida (la fantasia si sprecava, dalle nostre parti).
Era da lei che noi bambine correvamo subito. 
Poi un giorno Bianchina sparì.
Solo una volta cresciuta capii per quale ragione, durante il pranzo di una domenica di diversi anni prima, all' affermazione del nonno:
"E' proprio buona e tenera Bianchina, eh?!"

mia sorella scoppiò in lacrime e per svariato tempo non mangiò più coniglio.

Io, nel mio bel mondo ovattato, non avevo capito una beata minkia. Pensavo che il nonno stesse elogiando il buon carattere di Bianchina (partita per chissà dove) e, continuando - armata di forchetta - a mangiare quella carne "buona e tenera" che avevo nel piatto, convenivo con lui sulla tenerezza che Bianchina ispirava -_-. Beata ignoranza? Innocenza?

Quando, qualche mese fa, mi sono ritrovata a mangiare una delle colazioni, assegnatemi dal nutrizionista, a base di yogurt greco e crusca d' avena, sono stata ricatapultata a quando la nonna ci faceva mischiare il pastùn! Tramite santo Whatsapp ho contattato subito il nutrizionista per chiedergli se una sostituzione era possibile... lui mi ha proposto i fiocchi d'avena  al posto della crusca. Ecco perché mi sono ritrovata con un sacchetto di crusca d' avena quasi intonso in dispensa.

Perché non trasformarla, dunque, in biscotti? Visto l' appropinquarsi a grandi falcate delle feste, secondo me questi biscotti possono essere un buon regalino da riservare a quei vostri amici che amano i sapori un po' più rustici e che fanno attenzione a consumare prodotti meno raffinati. Se volete potete sostituire il burro con 145 gr. di olio di cocco.

La ricetta che mi ha tentato proviene da qui. Io ho solo usato la crusca al posto dei fiocchi, ho raddoppiato le dosi, ho sostituito il latte con latte condensato ed acqua ed ho aggiunto qualche aroma (estratto di vaniglia e scorza d' arancia). Il cioccolato è una variante già proposta dall' autrice del post originale. Anziché stendere la pasta col mattarello e ricavare le forme dei biscotti, ho preferito fare delle palline e schiacciarle con il timbro (anche perché la pasta tendeva a sbriciolare).

INGREDIENTI per 30 biscotti:
  • 200 gr. di crusca d' avena
  • 200 gr. di farina 0
  • 120 gr. di zucchero di canna
  • 180 gr. di burro
  • 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
  • 25 gr. di latte condensato
  • 20 gr. di acqua
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • scorza di un' arancia non trattata
  • scaglie di cioccolato a sentimento

STRUMENTI:

  • mixer
  • timbro per biscotti
  • coppa pasta del diametro di 5cm
  • pellicola per alimenti
  • bilancia
  • carta da forno
  • leccarda
  • gratella per dolci

PREPARAZIONE

Ho frullato nel mixer la crusca d'avena fino ad ottenere una farina sottile.
Sempre nel mixer ho poi aggiunto farina, burro e zucchero ed ho frullato ancora.
Ho aggiunto bicarbonato, acqua, latte condensato, estratto, scorza e ho frullato nuovamente fino ad ottenere una palla.
In ultimo ho aggiunto le scaglie di cioccolato, dato qualche colpetto di mixer per amalgamare.
Ho poi compattato brevemente il composto sul tavolo, ho coperto con pellicola trasparente e messo in frigorifero per mezz' ora.
Passato il tempo del riposo ho acceso il forno impostando la temperatura di 200°C, ho foderato due teglie con carta da forno ed ho iniziato a formare i biscotti.
Ho staccato porzioni di impasto di 30gr. l' una e creato una pallina che ho poi pressato con il timbro. 
Ho coppato il biscotto ottenuto con il coppa pasta ed ho adagiato il biscotto sulla leccarda. Ho proceduto così fino a terminare l' impasto. I biscotti vanno distanziati un poco ma non crescono molto in cottura.
Ho infornato e cotto i biscotti per 15-17 minuti. Regolatevi voi con i tempi. I biscotti devono essere belli dorati.
Far freddare su una gratella prima di gustare.







I biscotti sono risultati belli croccanti e golosi grazie alla presenza del burro.
Un grande abbraccio e...
a presto!
LaGio' Riccia


50 commenti:

  1. Ma guarda come sono venuti carini!! Io come sai ho finito la dieta e ora cerco di tenermi solo controllata, per non riprendere i chili persi. I biscotti pertanto li preparo solo per regalarli; al massimo ne assaggio uno e impacchtto subito in fretta! Questi sono da tenere presente come dono a chi segue un regime alimentare controllato. Bravissima. Belli i ricordi d'infanzia e beata ignoranza di bimba. Buona settimana Giò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Sono contenta che ti piacciano, Terry!
      Buona settimana anche a te. Un bacione

      Elimina
  2. Che belli! Un biscotto tira l'altro... saranno buonissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Sono soprattutto belli fragranti e profumati :-)

      Elimina
  3. che belli, mi piace molto la crusca d'avena😋baci

    RispondiElimina
  4. Quanto mi piacciono i biscotti rustici e questi sembrano proprio favolosi.
    Un abbraccio e buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Milena! Sì, devo dire che sono proprio belli rustici e poi...hanno delle dimensioni che danno soddisfazione :-D.
      Buona settimana anche a te

      Elimina
  5. Quanto sono carini i conigli 😍😍 un po' mi ritrovo nel tuo racconto. Anche mio zio teneva i conigli e ovviamente li dava anche a noi (per fortuna già puliti) ma neppure io ho mai fatto la connessione tra il coniglio che mia mamma cucinava a Natale e i coniglietti dello zio.
    Io devo avere un lato "coniglio" perchè amo i pastoni tipo latte e crusca, yogurt e crusca, porridge etc. Ma amo anche i biscotti super rustici, come questi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena!! Guarda, i pastoni piacciono anche a me (quest' anno ho scoperto il porridge e me ne sono innamorata) ma...sta crusca...nello yogurt bianco magro proprio non mi andava giù. Meglio i fiocchi.
      Daiiiii abbiamo una cosa in comune!! Ti abbraccio

      Elimina
  6. Che buoni questi biscotti! Io sto iniziando a cuocere le mie teglie di biscotti da regalare, mi sa che ci finiranno dentro anche questi ;)
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai Daniela, vai!!! Secondo me val la pena provarli!! ;-)
      Un abbraccio e grazie

      Elimina
  7. Ciao bella ! Perdonami ma sono un po'lontana dalla crusca ...ricordo mia mamma che ne metteva a cucchiaiate nel latte e ...!!! Sarei curiosa di assaggiarli però perchè hanno un bell'aspetto! Ti abbraccio buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tau cara!!! Ma ti capisco, credimi!!! ahahahah
      Però ti assicuro che in questi biscotti la crusca non ce la senti proprio ;-)
      Un bacione e buona serata anche a te

      Elimina
  8. Quest'anno nella mia alimentazione ho dovuto integrare la crusca d'avena e devo dire che mi piace tanto e questi biscotti sono davvero deliziosi e da provare. :)
    Una buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, hanno stupito anche me nonostante non sia una grande fan della crusca d'avena!!! :-D
      Buona giornata

      Elimina
  9. Ma povera Bianchina, anche se nel tuo racconto alla fine si ride sempre! Quanto ai biscotti devono essere molto buoni Gio, brava, un bacione a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehh sì, povera gioia, va!
      Buonissimi!
      Un bacione, buona settimana

      Elimina
  10. Povera Bianchina...ecco perchè io sto praticamente azzerando il consumo di carne: la cucino per mio marito (poca anche lui) ma non riesco più a mangiarla: amo gli animali tantissimo...mi piacciono molto i tuoi biscotti: devono essere belli croccanti e golosi. Brava Giò, ti abbraccio, buona festa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, invece, la carne la consumo ancora (anche se non così spesso). Sì, i biscotti sono croccantissimi e molto gustosi! Un bacione. Buon inizio di settimana

      Elimina
  11. Belli rustici e inzupposi come piacciono a me, ottimi biscotti!!!!

    RispondiElimina
  12. Mi perdo nella magica atmosfera dei tuoi ricordi che mi riportano alle estati trascorse in campagna dai nonni. Questi biscotti sono meravigliosi e perfetti per completare questo magnifico post
    Baci!
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, carissima! Un abbraccio e buon inizio di settimana

      Elimina
  13. Conosco tante persone che hanno vissuto la stessa esperienza con i coniglietti.. dapprima da coccolare e poi.. :(
    per fortuna i miei nonni non ne avevano!! (in Sicilia tanto tanto tanto pesce!!)
    questi biscotti sono deliziosi, hanno un aspetto rustico che adoro, e chissà come sono buoni.. complimenti Giò! anche per i tuoi racconti che portano ad un tempo bello della nostra infanzia, che nostalgia... <3

    RispondiElimina
  14. Eh sì, triste sorte. I miei nonni avevano anche i polli, in verità, ma devo dire che a loro non ero riuscita ad affezionarmi così tanto -_-.
    Grazie, tesoro delle tue bellissime parole! Un grande abbraccio a te

    RispondiElimina
  15. Mi è piaciuto molto il tuo racconto.. Sembrava tornare indietro nel tempo!
    E ottimi i biscotti ..deliziosi!

    RispondiElimina
  16. Ma tata, eri piccola tu! Chissà che trauma tua sorella che aveva capito. Va be' ... alle volte capita alle "Bianchine" anche se mi spiace. Grazie del racconto! Io apprezzo sempre molto la "vista personale".
    Così come i biscotti rustici ;-)
    Ciao bella Riccia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3!!! Eh sì, povera lei!
      Ma grazie a te! Sono contenta che ti sia piaciuto. Per me postare una ricetta senza parlar di me è impensabile :-D.
      Un grande abbraccio

      Elimina
  17. Love biscotti looks delicious !!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. Guarda lascia stare... ho anch'io dei ricordi simili ai tuoi.
    Ma quanto sono belli e sicuramente strabuoni i tuoi biscotti rustici con crusca di avena e cioccolato? Prendo la ricetta e presto li proverò!!
    Bravissima come sempre!
    Un abbraccio, buon pomeriggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lory... ormai ho perso il conto delle cose che abbiamo in comune!!!!! Pazzesco :-). Prima o poi ci dovremo incontrare!
      Guarda... questi biscotti sono proprio buoni! Nonostante la presenza della "segatura" :-D.
      Grazie di cuore. Un bacio grande e buona giornata!

      Elimina
  19. sono venuti benissimo! e di sicuro buonissimi :)) buona domenica!

    RispondiElimina
  20. ahahah..anche mio marito quando si è trovato a dover assaggiare la crusca per motivi di salute, si è chiesto se era "pastone" per animali :-P
    con le dovute accortezze si può trasformare in qualcosa di davvero gustoso, e tu ne hai dato dimostrazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione!
      Grazie di cuore, cara.
      Un abbraccio

      Elimina
  21. Un salto al volo per augurarti una bellissima giornata.

    RispondiElimina
  22. Auguri di cuore carissima, buon anno!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, stellina! Tanti auguri di buon anno anche a te ed ai tuoi cari

      Elimina
  23. Ti auguro che questo nuovo anno sia per te colmo di momenti felici, grandi soddisfazioni e belle emozioni! Buon anno!!!!
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Alice, ricambio con il cuore i tuoi auguri.
      Un abbraccio

      Elimina
  24. (spero non sia sparito il commento, ma sia solo in moderazione, baciii)
    r.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rossella!! Grazie d'essere passata a trovarmi!!
      Sul mio blog non c'è moderazione...purtroppo non so che fine possa aver fatto il tuo commento:-(.
      Un abbraccio ed auguri di buon anno!

      Elimina
  25. eccomi qui per augurarti buon 2022
    a presto Veronica e rubo la tua ricetta di biscotti ahaahha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veronica! Tanti cari auguri di buon anno anche a te!
      Ruba, ruba! ;-)

      Elimina
  26. Risposte
    1. Ciao Paola! Grazie :-).
      Per la realizzazione di questi biscotti ho utilizzato un timbro della Nordic Ware. Sono venduti in scatole da 3 con disegni differenti. Me li ha regalati mia sorella qualche anno fa!

      Elimina