lunedì 22 marzo 2021

Ciambelline di pasta choux al forno con ricotta montata variegata alla crema di pistacchio

A casa de LaRiccia, nel giorno della Festa del Papà si festeggia la mamma. 
Questo accade non perché ci piaccia fare le cose al contrario, ci mancherebbe (tant'è che la festeggiamo anche nel giorno della festa della mamma), ma perché da tanti - ben 35! (n.d.R.: me cojoni!!!) - anni, molti prima della dipartita del mio papà, la mia super mamma ha ricoperto, per me e mia sorella, il ruolo di genitore ^2.

Dato che ultimamente il mantra di mia mamma è "non voglio regali. Non mi serve nulla", ho deciso, in occasione di questa ricorrenza, di prepararle un dolcino che incontrasse i suoi gusti e che ricordasse il dolce per eccellenza della festa del papà: la zeppola.

Dovete sapere, però, che la mia mamma, a differenza mia, è un' acciughina, un concentrato di energie senza un filo di grasso in 1,55m di altezza e sebbene non abbia proprio problemi di "ciccia" presta molta attenzione a ciò che mangia: rifugge i fritti e cerca di mangiare cibi non troppo pesanti. Unendo questi due requisiti al fatto che ha una passione smodata per il pistacchio (da qui il soprannome "Pistacchietta"), volevo prepararle delle zeppole al forno  con una farcia al pistacchio. 

Mi sono dunque messa a cercare in rete di una ricetta che facesse al caso mio.
Per la ricetta della pasta choux ho preso spunto da qui, ossia dal blog delle svalvolate più adorabili che ci siano. Una di loro - Emmettì <3 - mi ha anche dato l' idea geniale di sporcare di crema al pistacchio la sac à poche, prima di introdurvi la crema della farcia, per dare una sorta di variegatura senza correrre il rischio che la crema scelta perdesse forma e consistenza.
La ricerca di una ricetta per la crema, invece, mi ha dato molto filo da torcere. Le creme in cui incappavo, infatti, erano tutte troppo "pesanti" per i gusti della mia mamma (per i gusti della figlia, invece, andavano benissimo!!)... erano a base di panna montata, oppure mascarpone oppure un mix delle due.
Mi piaceva l' idea di utilizzare la ricotta (mamma è tra l'altro ghiotta di cannoli siciliani) e così ho avuto la botta di chiulo fortuna di incappare in questa ricetta della bravissima Elena.

E' così che sono nate le mie:

Zeppole al forno con ricotta montata variegata alla crema di pistacchio.

Su facebook seguo svariati gruppi di cucina ed ho appreso che la zeppola è SOLO FRITTA.
La sensazione, nel leggere l' enfasi con cui viene espresso questo concetto, è che ogniqualvolta si nomina la "zeppola al forno", un purista della zeppola muore al grido di "la zeppola ha da esse fritta!".
Occhio e croce, quindi, ne ho già accoppati almeno tre perciò, per non averne altri sulla coscienza, ecco che ribattezzerò questa ricetta in: 

Ciambelline di pasta choux al forno con ricotta montata variegata alla crema di pistacchio
in questo modo, comunque, rendo appetibile la ricetta anche in data differente dal 19 Marzo e magari mi faccio perdonare il ritardo della pubblicazione di questo post. Due piccioni con una fava, insomma!

INGREDIENTI per circa una 10na di ciambelline di pasta choux:

  • 150 gr. di acqua
  • 100 gr. di latte intero
  • 100 gr. di burro a tocchetti
  • 1 pizzico di sale
  • 150 gr. di farina 00
  • 5 uova piccole

INGREDIENTI per la ricotta montata:

  • 800 gr. di ricotta vaccina fresca
  • 50 gr. di zucchero a velo
STRUMENTI:
  • pentola con fondo spesso
  • bicchiere del frullatore ad immersione
  • frusta a mano
  • ciotola
  • leccapentole
  • pellicola per alimenti
  • setaccio
  • cucchiaio di legno
  • teglie
  • carta da forno 
  • sac à poche

PREPARAZIONE

Ho iniziato preparando la ricotta montata.
In una pentola antiaderente con fondo spesso ho lavorato con la frusta a mano la ricotta e lo zucchero a velo fino ad amalgamarli bene. Li ho trasferiti sul fuoco a fiamma moderata ed ho continuato a mescolare fino al raggiungimento del bollore. A questo punto ho versato la crema nel bicchiere del frullatore ad immersione e l' ho sbattuta (da calda) finché non ho ottenuto una crema bella liscia e setosa.
Ho coperto con pellicola a contatto, fatto raffreddare a temperatura ambiente e poi messo in frigorifero per almeno due ore prima di utilizzarla.

Sono poi passata alla preparazione della pasta choux.
Ho setacciato la farina.
In una pentola ho messo il burro a tocchetti, l' acqua il latte ed il pizzico di sale e lì ho fatto sciogliere a fiamma moderata. Ho aggiunto in un sol colpo la farina setacciata ed ho lavorato con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una palla compatta che si staccava dalla pentola (ed intanto ho sentito la pentola sfrigolare).

Ho acceso il forno impostando la temperatura di 200°C.

A questo punto ho tolto la pentola dal fuoco, ho versato il composto in una ciotola fredda e girando di tanto in tanto con il cucchiaio di legno l' ho fatto intiepidire. Lavorando con la planetaria e frusta K, ho iniziato ad aggiungere le uova una per volta attendendo sempre il completo assorbimento della precedente per aggiungere la successiva. Il composto è pronto quando si ottiene una sorta di impasto morbido e che tenga la forma.
Ho inserito l' impasto nella sac à poche con bocchetta a stella e, sulla leccarda rivestita di carta da forno, ho creato le ciambelline di circa 6,5cm di diametro facendo un giro e mezzo di spirale.
Ho infornato per 25 minuti, verificando che le zeppole fossero belle colorite. Ho poi spento il forno, aperto lo sportello a fessura e fatto raffreddare la teglia delle ciambelline nel forno spento.

Ho poi proceduto alla farcia.
Ho preso la sac à poche con bocchetta a stella (la stessa usata per formare le ciambelline), ho sporcato le pareti con la crema al pistacchio e poi vi ho inserito la ricotta montata estratta dal frigorifero.
Ho tagliato le ciambelline a metà, fatto un giro di crema, ricoperto con il loro "cappello" ed applicato un altro ciuffetto di crema al centro e ripetuto questa operazione per le ciambelline restanti.

Ed eccola qua!
Alla festeggiata sono piaciute tantissimo!!!! :-)




Vi abbraccio.
A presto,
LaGio' Riccia

44 commenti:

  1. Tantissimi auguri a tua mamma e il suo soprannome pistacchietta è bellissimo immagino una piccola e minuta signora simpaticissima .. a parte ( sono anche io riccia ) il fatto che abbia una figlia super riccia è una mamma super ahahhhaha
    a presto
    veronica
    https://www.essenzadelgusto.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veronica! La mia mamma è proprio così :-D
      Riccia anche tu....ahhhh ma allora conosci bene "il problema"! ;-)
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Che dolce il soprannome pistacchietta, mi fa tenerezza. Le zeppole saranno anche fritte, ma io le preferisco al forno. Non che non ami i fritti ma la pasta choux mi piace ancora di più. Quindi viva le zeppole al forno, e viva la crema di ricotta. Anche io devo avere un qualche cromosoma di origine siciliana perchè amo tantissimo le creme di ricotta mentre non amo quelle molto pannose e grasse

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shhhh! Che altrimenti ne muore un altro ;-))))
      Ti dirò, come fritti prediligo le frittelle, l' impasto della pizza...ma anche per me la pasta choux al forno è più buona.
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Tanti auguri alla mamma!Anch'io le preferisco al forno le zeppole.💖

    RispondiElimina
  4. Che bello il soprannome pistacchietta ^_^
    E molto golose queste ciambelline, mi piacciono tantissimo.
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh il soprannome è venuto così ;-)
      Grazie dei complimenti, Daniela. Un abbraccio

      Elimina
  5. Ambè, ti avviso che dovrò scrivere un romanzo! Mi sono molto riconosciuta nella descrizione di madre/figlia. NOn tanto nelle misure, visto che io sono 1.68 e peso 60 kg ma perchè mia figlia è più bassa di me e pesa diciamo qualche chilo in più. Come la tua mamma in passato sono sempre stata un acciuga (pesavo dieci chili in meno) e mi sono sempre strafogata. Suscitando le ire di mia figlia che invece ingrassa solo con l'acqua. Ora come tua mamma sto attenta alla linea (più che altro per problemi di salute) e mi ammazzo di camminate veloci tutti i giorni, per poter mangiare quel dolcetto fuori regime alimentare. Trovo questo tuo dolce assolutamente in linea con il mio nuovo regime alimentare e quindi mi salvo immediatamente la ricetta!!! La crema di ricotta l'ho imparata anche io da Elena e la faccio spesso, in molte varianti, per soddisfare quella voglia di dolcetto senza troppi sensi di colpa. Grazie quindi per questa condivisione e per avermi fatto fare delle sane risate che, di questi tempi, sono molto preziose ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Terry!!
      Guarda, in verità più che adirarmi, ho sempre pensato a malincuore che avrei voluto prendere da lei il suo metabolismo!!! ;-)
      La crema è una vera bontà e, a mio gusto, non ha nulla da invidiare alla panna, francamente!
      Ma grazie a te per la tua presenza e ben vengano i romanzi!!! :-)
      Un bacione

      Elimina
  6. Carissima,leggerti mi regala gioia e serenità! Sono felice di esserti stata con voi virtualmente con questo dolce che vedo perfetto anche per i miei gusti! Pistacchietta lo sono un pochino anche io e come lei i dolci fritti non li amo proprio!! Mi sento parte della famiglia dai ����

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che questo dolcino rientri nei tuoi gusti!!!
      Noi ti accettiamo volentieri :-D

      Elimina
  7. Ricciaaaaaaaaa! Eccomi, finalmente! Queste pistacchiette son geniali e solo tu potevi renderle golose al pari di quelle tradizionali!!
    Grazie per aver preso ispirazione dalla cucina condominiale ed averci portato nella tua per una ricorrenza così importante, poi! ♥
    I tuoi racconti, sempre così esilaranti, sono un vero toccasana. Lo sono sempre stati, ma in questo periodo ancor di più quindi doppiamente grazie! Sei la nostra insostituibile dispensatrice di sorrisi e di affetto!!
    In attesa di vederti presto (perché succederà, vero???) ti mando un abbraccio immenso e stritoloso come non mai!
    A presto, stella bella! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tau Emmettì!!!! Ma grazie a te della visita!
      Soprattutto dell' idea della sac à poche inzaccherata di crema al pistacchio :-). Il confronto è davvero una ricchezza!
      Sarebbe davvero bellissimo riuscire a vedersi di nuovo dal vivo ed abbracciarci. Ce la faremo, prima o poi!
      Un bacione

      Elimina
  8. Mi piacciono tantissimo, devono essere davvero una bontà, bellissima ricetta!! Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo ti sarebbe piaciuta x via del pistacchio!! Sono contenta che ti piaccia tutta la ricetta 😊. Un bacione

      Elimina
  9. Il Pistacchio regala ai dolci un aroma unico e queste ciambelline sono un trionfo di bontà. Auguri alla tua mamma, Giò!
    MG

    RispondiElimina
  10. MI fai troppo ridere Giò, comunque le zeppole al forno le hanno nominate anche alla tv quindi stai tranquilla, chi vuole accopparsi si accoppi ma tu non ne sei responsabile! ricetta deliziosa e viva la tua supermamma :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh sai, c'è gente ferocemente agguerrita in giro! ;-)
      Sono contenta che la ricetta ti piaccia! Grazie degli auguri! :-)
      Un bacione

      Elimina
  11. Auguri alla tua mamma, con cui condivido la passione per il pistacchio (e infatti segno questa crema variegata di ricotta e pistacchio come prossima da provare). E sì, pure per me la zeppola fritta è la zeppola fritta, ma siccome sono golosissima, non disdegno neanche quella al forno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola, devi assolutamente provare questa crema, allora! E' una vera delizia!
      Un abbraccio

      Elimina
  12. Sììì adoro queste golosità, complimenti cara!!!

    RispondiElimina
  13. Sai che hai ragione.. Non ci ho mai pensato.. eppure la mia mamma mi fa da doppio genitore da quando avevo 17 anni, quando mio padre andò via di casa per non vederlo e sentirlo più.. Non ho mai pensato di festeggiare la festa del papà, a mia mamma.. sarà per il prossimo anno... Intanto ottime le tue zeppole al forno🤤🤤🤤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo state fortunate ad avere delle mamme così! Con i contro cabbasisi!
      Sono contenta che le CIAMBELLINE (ahahahah scherzo, ovviamente) ti piacciano

      Elimina
  14. Magra e con molta attenzione a quello che mangio, somiglio molto a tua madre anche se la frutta secca che più amo sono le nocciole. Però anche i pistacchi mi piacciono e apprezzerei molto le tue ciambelline. Buon fine settimana

    RispondiElimina
  15. Sei troppo simpatica e la tua mamma è molto fortunata ad avere una figlia come te.
    Io le zepp... ehm volevo dire le ciambelline le preparo sempre al forno e la prossima volta proverò a seguire la tua ricetta. Mi attirano tantissimo!!!
    Un bacione grande grande, buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Lory. Sei un vero tesoro! La vera fortunata sono io ad avere una mamma come lei! ;-)
      Prova e fammi sapere.
      Ricambio l' abbraccio.
      Buon inizio di settimana

      Elimina
  16. Ma sono buonissime! adoro il pistacchio! buon fine settimana e tanti auguri!!

    RispondiElimina
  17. questa ricetta è irresistibile, come i tuoi racconti Giò! tua mamma deve essere una forza della natura, un abbraccio virtuale ad entrambe :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie mille, Annalisa!!!! La mia mamma è proprio come la immagini! Ti abbraccio :-)

      Elimina
  18. Che meraviglia, dico sempre che devo provarli ma poi non li faccio mai, sono tipo le zeppole di san Giuseppe, giusto?
    Appena posso li preparo seguendo la tua golosa ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono tipo le zeppole di S. Giuseppe ma al forno :-D.
      Fammi sapere se provi la ricetta.
      Un abbraccio

      Elimina
  19. che brava che sei, hai 'cucito' la ricetta su misura sui gusti e sulle esigenze di tua mamma! e queste ciambelline devono essere deliziose, l'abbinamento pistacchio e ricotta è favoloso! complimenti davvero cara :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così, Tizi!! :-) Su misura per la mamma.
      Grazie dei complimenti.
      Un abbraccio

      Elimina
  20. E' davvero una bellissima idea quella di festeggiare la festa del papà con mamma, è un modo stupendo per ringraziarla del doppio ruolo. Bravissime.
    Le tue zeppole sono davvero belle e quel tocco di pistacchio gli avrà dato un sapore particolare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, grazie! Sì, nel mio piccolo è proprio quello il mio intento: ringraziarla dei sacrifici e di tutto ciò che ha fatto per noi.
      Forse potevo calcare un po' di più la mano con il pistacchio ma comunque son piaciute ;-)

      Elimina
  21. Auguri alla mamma scusa ritardo e ok per tutto. Buona serata un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Edvige! Non ti scusare!!! :-D
      Grazie mille. Un abbraccio e tanti auguri di buona Pasqua

      Elimina
  22. Che bontà!Ciao cara buon pomeriggio!

    RispondiElimina