venerdì 7 ottobre 2016

Torta di mele ed il mio futuro

Una domenica pomeriggio al cinema (n.d.L.R.: a vedere Bridget Jones Baby).
Durante la mitragliata di trailer e spot pubblicitari (alcuni brutti...ma brutti!!!!) antecedenti l'inizio della pellicola, il gruppo di signori e signore a me vicini
conversava amabilmente (leggi: sbraitava per sovrastare il baccano dei trailer).
Premessa: io non sono una bella persona. So essere particolarmente pesante ed antipatica.
Nel sentire questi strilli, mi sono girata verso LoveOfMyLife:
LR: "Spero che abbiano il buon cuore di tacere durante il film"
LoML: silenzio con espressione del tipo "non ho assolutamente idea di cosa ci aspetta! speriamo!"

Il chiacchiericcio prosegue ed a volume sempre più sostenuto.
LR: "Amore, lo sai, vero, che se continuano anche durante il film io DOVRO' dire loro qualcosa?!"
LoML: silenzio con espressione del tipo "se proprio devi ma speriamo di no"

Inizia il film e sono piacevolmente sorpresa dal silenzio che regna in sala! I signori accanto a me ogni tanto si scambiano pareri sulle scene proiettate ma nulla di fastidioso.
Poi ad un certo punto, durante una scena "muta" del film:

"CIAO GRAZIELLA!!!" 

?????
Scoppio fragoroso di risa perché pareva quasi che questa fantomatica "Graziella" fosse nel film.
Seguito da uno "SHHHHHHHHHHHHHHHHH!" quando effettivamente ci siamo resi conto che la voce apparteneva ad una spettatrice anziana che aveva ricevuto una telefonata
da tal Graziella.

La signora imperturbabile:
"EEEHHHH IO STO BENE! SONO AL CINEMA! SI', VA BENE"

Io stranamente (viste le premesse) continuo a ridere
A quel punto sento una voce (nulla di mistico o di introspettivo, alla Magnum P.I.) che con accento smaccatamente piemontese apostrofa:

"Signoraaa! Ma al cinema il cellulare si spegne néééééééééééééé! Insomma!"

Ed è in quel preciso istante che mi è stato tutto chiaro.
Tra qualche anno sarò anch'io così, come quella signora che ha redarguito l'amica di Graziella. Accento compreso.
Mi sono girata verso LoveOfMyLife e con aria rassegnata, colpevole e consapevole:
LR: "lo sai, vero, che quello è il mio futuro - nemmeno troppo lontano? ...e quel futuro riguarderà anche te se avrai ancora il buon cuore e soprattutto il pelo sullo stomaco di sopportarmi!"
LoML: silenzio ed espressione rassegnata del tipo "vorrei dirle 'ma no' ma sono convinto che è così"

Ma nel mio futuro non vedo solo l'acuirsi dei miei difetti e l'accento gianduiotto...vedo una me con i riccioli bianchi che continua a cucinare, a sfornare pane e soprattutto torte.
Magari sempre più golose e sempre più belle (questa è più una speranza che una previsione).
O magari semplici...le torte di sempre ma con qualche variante.
Una delle prime torte che feci era quella di mele. Qui e qui ne trovate altri esempi.
Una ventina d'anni fa (ora che ci penso sono 26!!!) un'amica francese di mia sorella le aveva passato la ricetta della torta "7 vasetti".
Da allora l'ho fatta e rifatta non so quante volte ed i vasetti...non sono più 7!


INGREDIENTI:
  • 2,5 vasetti di farina 00
  • mezzo vasetto di amaretti sbriciolati
  • 3/4 di vasetto di maltitolo (sostituibile con pari quantità di zucchero semolato o di canna)
  • mezzo vasetto di olio di riso
  • 1 vasetto di yogurt (io ho usato uno yogurt senza lattosio alla vaniglia)
  • 2 uova di media grandezza
  • 4 mele renette piccole o 3 di media grandezza
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • zucchero a velo mischiato con un po' di cannella
  • burro per la teglia
  • farina di riso per la teglia
Strumenti:
  • 1 ciotola
  • fruste elettriche
  • 1 spatola
  • 1 cucchiaino
  • 1 coppetta (per "parcheggiarvi" lo yogurt onde poter utilizzare il vasetto come unità di misura)
  • 1 cucchiaio
  • 1 setaccio
  • 1 piatto fondo
  • 1 piattino per le mele a dadini
  • 1 piatto per riporre le mele affettate
  • 1 teglia da 26 cm di diametro (io ho usato uno stampo con cerniera)
  • 1 taglia biscotti piccino a forma di fiore per la decorazione centrale (che voi ovviamente potete omettere)
Preparazione:
Per prima cosa ho preparato gli ingredienti:
ho versato lo yogurt in una ciotola, ho lavato il vasetto e l'ho utilizzato per misurare gli ingredienti successivi.
Per primo ho misurato il maltitolo e l'ho versato nella ciotola.
Ho sbriciolato gli amaretti e ne ho misurato mezzo vasetto e poi ho aggiunto la farina per arrivare a completarlo.
Ho versato il vasetto così ottenuto nel setaccio (che ho messo su un piatto fondo onde evitare di spargere roba ovunque).
Ho versato sulla farina la bustina di lievito.
Ho misurato un altro vasetto di farina e l'ho inserito nel setaccio e vi ho aggiunto il pizzico di sale e poi ho completato con un altro vasetto.
A questo punto ho setacciato 3 volte le polveri così mischiate.
Per ultimo ho misurato l'olio di riso.
Ho imburrato ed infarinato la teglia.
A questo punto ho acceso il forno impostando la temperatura di 180°C perché per me il taglio delle mele (che faccio a mano...ossia senza l'ausilio di
mandoline o affetta vivande varie ed eventuali) è un'operazione lunga e laboriosa...
Ho sbucciato le mele e le ho tagliate in quarti.
Tre quarti di mela l' ho tagliato a dadini piccini per inserirle nell'impasto ed ho affettato le rimanenti.
A questo punto ho rotto le uova nella ciotola e le ho montate con le fruste elettriche insieme al maltitolo finché non sono diventate
belle chiare, gonfie e spumose.
Ho aggiunto l'olio di riso e l'estratto di vaniglia ed amalgamato con la spatola.
Ho poi setacciato le polveri in tre volte utilizzando qualche cucchiaiata di yogurt per aiutarmi quando l'impasto diventava troppo duro.
Ho incorporato tutto lo yogurt, amalgamato e per ultime ho aggiunto le mele a pezzetti.
Ho versato nello stampo e battuto più volte la teglia sul tavolo per compattare e far distribuire bene l'impasto.
Ho disposto le fettine di mela in cerchio a partire dall'esterno.
Per ultimo ho tagliato con un taglia biscotti a forma di fiorellino una fettina di mela ed ho adagiato il fiorellino al centro.
Ho completato spolverando con lo zucchero a velo aromatizzato con la cannella.
Ho infornato e fatto cuocere per 45 minuti (utilizzate sempre lo stecchino come cartina tornasole).

Adoro questa torta...perché è di mele, perché è incredibilmente leggera...


...e soffice!!!






A presto!
LaGio'Riccia

24 commenti:

  1. Ahahahahahahahhhaahahahhahahahaahhhahahaahahhah!!!!
    Vi ho visti seduti al cinema tu e LoYL eh?? Ma soprattutto ho immaginato i suoi silenzi e gli sguardi!! :-DDDDD

    Io invece nel tuo futuro vedo solo la solita cascata di ricci che contorneranno il sorriso più bello del mondo e le tue mani che continueranno a sfornare pani e torte come questa!
    La torta di mele ha un gusto che non delude mai, e soprattutto è una coccola per occhi e palato!
    Ma vogliamo parlare di quel fiorellinen di mela tagliato appositamente??? Semplicemente meraviglioso! ♥
    E chissà che buona questa versione con lo yogurt!

    Ne rubo una fetta e me la pappo a merenda!
    Un bacio grandissimo Gio'! :-********************

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehhh sì! Puoi ben immaginarci, tu!!! :-))))
      Ma quanta pazienza ha a non mandarmi a stendere con il mio caratteraccio??

      Troppo tenera tu! grazie! Speriamo di non diventare troppo acide :-). Un mio amico mi diceva che il mio acidume era dovuto al fatto che non...ehm..."giacevo con nessuno". Con l'avvento di LoveOfMyLife gli ho ampiamente dimostrato che così non è!!!!:-P
      Il fiorellino ci stava bene!!! Peccato che poi nel tagliare la torta si è affossato ed è scomparso :-/. Però era proprio caruccio, lo ammetto!! eheheheh

      Come vorrei poterti portare la torta intera...!
      Un bacio immenso

      Elimina

    2. Lo hai appena fatto tesoro bello!!!!!!
      Grazie! :-*

      Elimina
  2. STO ANCORA RIDENDO, MA DAVVERO TI E' SUCCESSO??CHE TORTA DELIZIOSA, MI PIACE UN SACCO, BRAVA!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero!!!! Che ridere :-)))
      Grazie, stella. Ti abbraccio

      Elimina
  3. Guarda, allora invecchieremo nello stesso modo :-P poi chi parla al cinema proprio non lo sopporto! Pensa che svio sempre gli inviti di una mia amica perchè ha il brutto vizio di commentare ogni scena!!!
    Cmq l'idea di continuare a sfornare dolci con i ricchi bianchi mi piace assai ^_^
    Golosissima la tua torta di mele, una delle mie preferite ed una fetta a quest'ora mi ci starebbe anche bene :-P
    Buon we tesorina <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah!!! pensa che accoppiata se andassimo al cinema insieme! ;-))))
      un abbraccio, stellina!

      Elimina
  4. La torta di mele è sicuramente quella che vanta il maggior numero di versioni e varianti. Ogni volta che vedo scritto torta di mele da qualche parte, so già che leggerò una ricetta diversa da tutte quelle che conosco già. La 7 vasetti in versione torta di mele è sicuramente una delle più gettonate, perché è un abbinamento vincente per gusto e sofficità. Io, ogni volta che mi vien voglia di rifare una torta di mele, non riesco mai a decidermi quale tra tutte quelle che ho già provato, ed immancabilmente finisco per provarne una nuova, giusto per non fare torto a nessuno! :-D
    Al cinema... sono secoli che non ci vado, per almeno due buone ragioni: la prima, quella che racconti tu, e la consapevolezza che io non diventerei mai come quella signora che redarguisce, semplicemente perché lo sono già, e della peggiore specie, di quelle che ringhiano proprio; la seconda è che tanto, a 20 minuti dall'inizio del film, mi addormento. Non importa quale sia il film, può anche essere comico, d'azione, thriller... io m'appennico, e mi risveglio in tempo per vedermi il finale. A quel punto, preferisco aspettare qualche mese e vedermi il film a casa: se non altro, se m'addormento, poi posso sempre fare rewind! ;-)
    Un bacione bella Riccia, e buon weekend! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uuuhhh le dormite che mi sono fatta anch'io al cinema...! sono riuscita ad addormentarmi anche guardando "Giù al nord" (mi hanno detto che l'impresa è da professionisti).
      Cmq addormentarsi a casa ha anche il vantaggio della comodità! Il divano è sicuramente più comodo della poltrona e poi...vuoi mettere? quando ti svegli ti alzi e ti butti nel letto!!
      un bacione!

      Elimina
  5. Se fossi stata al posto della vecchietta, a differenza di lei io mi sarei suicidata seduta stante. Mi vergogno come un cane quando mi suona il telefono per sbaglio, figuriamoci a rispondere. Che il mio telefono non suona mai, se non proprio nelle occasioni in cui non deve suonare :-D
    La torta di mele è il comfort food per eccellenza in casa mia. Infatti nel blog ne devo avere più di una decina. Se mi chiedessi di scegliere tra una sacher e una torta di mele non avrei dubbi, mele per sempre. Una torta di mele è per la vita :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cmq penso che l'amica di Graziella fosse un po' dura d'orecchi. Potrebbe non aver sentito la lezione di vita impartitale dalla mia proiezione futura ;-)
      Verrò a sbirciare le tue versioni di torta di mele!!!
      ti abbraccio

      Elimina
  6. Un vero comfort food in questa stagione, ogni versione di torta di mele ha la sua particolarità, la tua sarà gustosissima.
    Complimenti, un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seguo il tuo blog con molto interesse (la prossima ricetta che pubblicherò proviene da lì) e visti i capolavori di pasticceria che fai...i tuoi complimenti mi fanno arrossire!!! grazie

      Elimina
  7. Una tipica scena da situation comedy :D Davvero esilarante, Giovanna!
    La torta di mele? Una sublime delizia!
    Baci,
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già! non ho potuto non ridere!!!! :-)) un bacione

      Elimina
  8. Mio marito è totalmente insofferente nei confronti di chi fa casino al cinema, e io sono sempre tesa sulla poltrona temendo che bisticci con qualcuno :)
    C'è da dire che davvero oggi la gente non ha più alcuna remora, ne ho visti diversi anche io rispondere al cellulare con assoluta nonchalanche!!
    Spero che il film fosse carino tesoro, anche io lo vorrei andare a vedere una sera di queste.
    La tua torta sa di casa, di buono, di comfort food per eccellenza... adoro l'abbinamento amarettie e mele poi!
    Un bacio immenso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti non ho mai pensato alla tensione che potrei procurare a LoveOfMyLife! io ho sempre e solo pensato che ad essere così acida prima o poi qualcuno mi gonfierà per benino!!! (e nonostante questo non riesco a frenare la lingua ^_^)
      guarda...il film...te lo consiglio :-))) a me ha divertito molto e sicuramente il fatto che sono passati diversi anni dal capitolo precedente, ha contribuito a renderlo meno scontato!
      Ti abbraccio stretta stretta, tesoro!!

      Elimina
  9. Che meraviglia questa torta di mele, ne sono ghiottissima, e con gli amaretti ha una marcia in più, complimenti!!!

    RispondiElimina
  10. LoYL sarà fortunato a invecchiare con te... non si annoierà mai al cinema! :D
    Il fiorellino di mela al centro è di una poesia indescrivibile... alla prossima torta di mele ne farò uno anche io e ti penserò. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehm...eheheheh! né al cinema né davanti allo spettacolo di me che vengo malmenata perché non riesco a tenere a freno la linguaccia!!!! (beh...ad onor del vero pendo che mi difenderebbe anche quando indifendibile)
      Ma sai che al fiorellino non avevo mai pensato prima? Poi quel pomeriggio mi è venuta l'idea...e da allora non l'abbandono più! :-)
      GRASSSSSSSIE!!!!!

      Elimina
  11. Il tuo racconto mi ha divertito molto... ma soprattutto, che bella torta!!! :-)

    RispondiElimina