lunedì 29 settembre 2014

Mantovanine facili in un periodo difficile

E' un periodaccio.
Quante difficoltà. A capirsi. Ad ascoltarsi. A farsi capire. A farsi ascoltare senza, possibilmente, farsi calpestare.
La difficoltà di fare capolino anche da voi e di ricominciare a dare un segnale di presenza.
Tutte queste difficoltà fanno venire una grande stanchezza...quella di testa che nemmeno una  bella nanna ristoratrice può spazzar via.
Non posso non domandarmi in cosa sbaglio...perché che un errore ci sia è evidente.
Spero di stanarlo quanto prima o, se non altro, di riuscire a trovare le forze per tirarmi su.

Per contrastare questo periodo difficile, ecco una ricetta semplicissima per dei panini che mi hanno strappato un sorriso emozionato.
La ricetta la trovai diversi mesi fa qui dove vi rimando per la spiegazione delle pieghe.

Ingredienti per 8 panini integrali da circa 80 gr. cad:
  • 400 gr. di farina 00
  • 100 gr. di farina Manitoba
  • 250 gr. di acqua
  • 15 gr. di lievito di birra fresco
  • un cucchiaino di sale fino
  • un cucchiaio di olio evo
  • un cucchiaino di miele di acacia
Strumenti:
  • un pentolino (per intiepidire l'acqua)
  • un setaccio
  • una terrina capiente
  • un cucchiaio
  • pellicola per alimenti 
  • un mattarello
  • un coltello ben affilato
  • una leccarda rivestita con carta da forno
  • una gratella per dolci

Preparazione
Innanzitutto ho fatto intiepidire l'acqua e vi ho sciolto il lievito di birra.
Nella terrina ho setacciato le farine, le ho mescolate con il miele e poi ho aggiunto il lievito con l'acqua.
Ho aggiunto il sale e l'olio, mischiato un po' e poi ho versato tutto su un piano di lavoro ed ho lavorato di gomito fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.
Ho preso il composto e dopo averlo sbattacchiato sul piano di lavoro per più volte, l'ho messo nella terrina, ho coperto con la pellicola ed ho posto a lievitare nel forno spento con la lucina accesa fino al raddoppio (mi ci è voluta un'oretta).
Una volta lievitato, ho suddiviso l'impasto in otto pallette.
Ogni palletta deve essere stesa con il mattarello, piegata in 3, girata di 90°, ripiegata di nuovo in 3 e stesa con il mattarello. La sfoglia così ottenuta va piegata in due (nel senso della lunghezza), stesa con il mattarello e poi arrotolata su se stessa.
Una volta effettuate queste operazioni, ho posto gli 8 involtini così ottenuti sulla leccarda e li ho fatti lievitare ancora una mezz'oretta coprendoli con della pellicola trasparente.
Una decina di minuti prima dello scadere della mezz'ora, ho acceso il forno impostando la temperatura di 200°C.
Prima di infornare i panini, ho praticato un taglio profondo su ciascuno, nel senso della lunghezza.
Ho infornato per 10 minuti a 200°C e dopo ho abbassato la temperatura a 180°C.
Ho fatto cuocere i panini per un altro quarto d'ora e, una volta sfornati, li ho messi a raffreddare sulla gratella per dolci.









Pane vero! :-)
Cercherò di tornare da voi il prima possibile.
Intanto...vi abbraccio.
La Gio' Riccia.

56 commenti:

  1. Non abbatterti Riccia! Spero tanto si risolva tutto al più presto... Ti abbraccio forte e rubo uno di questi meravigliosi panini :)

    RispondiElimina
  2. A volte pare davvero che tutto sia in salita, ma poi le cose cambiano piega quando meno te l'aspetti... Spero che la svolta sia dietro l'angolo, mia cara! Per ora... Goditi la soddisfazione di questi bellissimi panini! Quanto mi piacerebbe sentirne il profumo a colazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione, Vanessa. E si fa tanta fatica!!! grazie di cuore! Ti abbraccio

      Elimina
  3. Dai Giovanna, forza!! succede di sentirsi sbagliati e soli.Ma così come è arrivata, la tempesta passa, e ci lascia più forti e consapevoli. Vedrai. Fai bene a dedicare del tempo alla tua cucina. Ti rubo la ricetta;))
    Un forte abbraccio e a presto;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh sì, non vedo l'ora che passi :-). un abbraccio

      Elimina
  4. Un dubbio mi era venuto, ma speravo che il ritorno dalle vacanze avesse intorpidito un po' i sensi. E invece..... tesoro mio quanto mi spiace. Non riesco a darti molto coraggio, perché anche io ne necessiterei. E invece sono al limite delle mie forze e affacciata ad un precipizio che mi terrorizza. Ma questa è la vita ed è necessario saperla affrontare. Non importa se non sarai presente come vorresti. Ora vieni tu, questo è importante. Come puoi, come senti, come riesci. Poi tutto il resto, con i suoi tempi.
    Queste mantovane ti sono uscite una meravglia ^_^
    Brava riccolina mia!!! Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tesoro mio bello mi spiace tanto leggere che stai attraversando un periodo buio. Mal comune mezzo gaudio...ma anche no! Ti abbraccio forte forte e ti sono vicina.

      Elimina
  5. Tata, noi siamo sempre qui per te... siamo un gruppo unito e non ci sono solo parole buttate al vento ma tanto sentimento e amicizia... Ti abbraccio forte forte!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che tenera!! Grazie di cuore! un bacio immenso!

      Elimina
  6. A volte l'unica soluzione cara è dare un taglio netto con chi o cosa ci causa questo malessere per riprendersi la propria vita...ti auguro davvero che tutto si aggiusti per i meglio e comolimenti per i panini sono decisamnete golosi!!Baci,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Imma cara, hai ragione ma in questo caso non si può. grazie mille! un bacio

      Elimina
  7. Carissima, spero riuscirai a risolvere presto. Ti abbraccio, e complimenti per il pane!

    RispondiElimina
  8. Ciao Riccia! Coraggio su, le difficoltà di comunicazione ci sono sempre state e sempre ci saranno, e purtroppo non sempre si riesce a raggiungere un necessario chiarimento. Cionondimeno, tutto passa e anche le incomprensioni prima o poi vengono rimosse. Tu cerca di non prendertela troppo, che non ne vale la pena. Pensa a stare serena, che se c'è una lezione che ho imparato bene dalla vita, nessuno ci tiene a noi più di noi stessi ;-)
    Le tue mantovanine sono molto simili, per aspetto e procedimento, al pan biove delle sorelle Simili, che ogni tanto amo rifare anch'io... mi piace troppo, con quella bella mollica morbidosa morbidosa, e vedere le tue me ne hanno fatto tornare la voglia :-)
    Buona giornata cara, e su con la vita! :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Minnie carissima, hai proprio ragione: se non pensiamo noi a noi stessi...chi ci pensa?! grazie per le tue parole così sincere e decise :-). ti abbraccio

      Elimina
  9. Cara, ti abbraccio forte e ti capisco, anche per me periodaccio, teniamo duro e non molliamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lilli, mi spiace tantissimo!!! Hai ragione: non dobbiamo mollare :-). ti abbraccio

      Elimina
  10. non abbatterti cara, la vita e' cosi' altalenante, un momento ci riserba gioie e un momento batoste, ma dobbiamo sempre trovare la forza di andare avanti. Oggi io ho avuto un sacco di difficolta' al lavoro che ho iniziato ieri, sono arrivata a casa con un braccio morsicato e livido a causa dei pizzichi e morsi della bimba con cui devo stare, piangevo ma a cosa mi serve????Lei sta peggio di me, ha bisogno della mia comprensione, ma io vorrei sbattere la testa contro il muro, perche' non sono riuscita nel mio lavoro, mi sono sentita inutile, impotente, speriamo si risolva presto, spero di trovare una soluzione, cosi' come la troverai tu, ne sono sicura. Non ti preoccupare per il blog, ci sei prima tu, ok???Intanto io ti rubo i panini,. oggi ho saltato pranzo e sento un languorino......Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabry, stellina, mi spiace per la giornata dura che hai avuto! Ma non abbatterti e soprattutto non dire che non sei riuscita nel tuo lavoro!!! Non è facile riuscire a fare breccia subito su un'anima. Imparerà a conoscerti, a fidarsi di te e ad affidarsi a te. Ne sono sicura! Sei così sensibile e questo le arriverà. Ti abbraccio fortissimo!

      Elimina
  11. Tesoro ma cosa succede??? Non sai quanto mi dispiace sentirti così giù :-((((
    Sono sicura che la tua solarità tornerà presto alla rivalsa e ti assicuro che mettere le mani in pasta aiuta a scaricare le energie negative..garantisce una "impastatrice compulsiva" ^_*
    Un abbraccio stretto stretto <3<3<3<3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciau zietta bella, sapevo che avresti approvato il modo che ho scelto di scaricare le energie ;-). mi prendo tutto il tuo abbraccio e lo ricambio di cuore

      Elimina
  12. Giò, ci chiedevamo da un po' che cosa fosse successo....tornavamo spesso a vedere se c'erano stati aggiornamenti... Ci dispiace che sia un periodo un po' così. Ma ti conosciamo come la ragazza positiva , allegra e forte e siamo sicure che presto le cose si sistemeranno!
    Intanto grazie per esserti riaffacciata nel tuo angolino e per questo splendido pane!!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a voi, ragazze, per essere qui! un bacione

      Elimina
  13. Periodi così capitano a tutti, spero che tu riesca ad uscirne presto... tieni duro :)
    Favolose queste mantovanine, la forma è davvero perfetta... brava!!!
    Bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero, Ely, è la vita e tutti si devono scontrare con periodi no :-). Passerà!
      Un bacione e grazie dei complimenti!!

      Elimina
  14. Anch'io mi rifugio in cucina nei periodi neri. Spero che passi presto.
    Ti abbraccio. :o)

    RispondiElimina
  15. Azz...tesoro hai toccato un tasto dolente e fondamentale. Riuscire a capirsi, ad ascoltarsi senza farsi calpestare. Eh...hai detto 'na cosa da poco! Riccia o diventi saggia come Minnie, Erica e altre che ho letto qua sopra, oppure combatti contro i mulini a vento come faccio io da anni. Segui loro, non me e te. ;)
    Ti abbraccio forte e ti voglio rivedere al più presto in carreggiata! E passami due mantovanine che ho voglia di pane vero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. magari per approssimazioni successive ce la faremo!!! ;-))))
      un abbraccio forte forte forte!!!

      Elimina
  16. Ufff deve essere il cambio di stagione.. continuo a leggere post su questo argomento e pure io mi sento uno straccio... per fortuna questa tua ricettina è un vero toccasana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nooo!! anche tu :-((. forza e coraggio: ce la possiamo fare!! un abbraccione

      Elimina
  17. Ti sei data al pane, ed hai fatto bene! Queste mantovanine sembrano ottime! Lo so quant'è difficile trovare ogni giorno la forza di superare le difficoltà. Anche a me spesso capita di sentirmi scoraggiata e di arrivare al punto di voler mollare. Ma devi vincere tu: insisti! Il sorriso della tua foto è la tua arma migliore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il peggio sembra essere passato...anche questa volta!! Ti abbraccio forte!

      Elimina
  18. questo formato di pane è fra i miei preferiti in assoluto...quanto sei brava mia cara!
    Ti sono venute benissimo!
    un bacione e buon lunedì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciau Simo!!! merito della ricetta :-) sai che l'ho provato anche sostituendo metà della farina 00 con farina integrale mischiata a farina di farro?!?! Ancora + buono! Prima o poi posterò la ricetta :-) Un abbraccio e buon w.e.

      Elimina
  19. Mi dispiace che il periodo non sia dei migliori, anche io sto un po' combattendo con la vita. Le mantovanine sono una di quelle cose che non sono mai riuscita a far venire proprio bene come volevo io, la crepa sopra mi è sempre venuta bruttina. Invece le tue sono stupende, proverò la tua ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tesoro, mi spiace che anche tu sia in lotta! stringi i denti, resisti e passerà anche stavolta. Guarda, in fatto di tagli sono una frana anch'io ma questa ricetta mi ha messa in pace col mondo :-))). A presto

      Elimina
  20. Non sai da quante volte io mi sia posta le stesse domande... si fa buon viso a cattivo gioco, si stringono i denti e si sorride. Ed il tuo sorriso è bellissimo.
    Meravigliose le tue mantovanine!
    Non lasciarci troppo tempo senza le tue coinvolgenti esternazioni, mi raccomando! Ti aspettiamo!
    Un abbraccio grandissimo,
    MG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciau Maria Grazia!!! Grazie mille :-)). Già, alle volte bisogna fare buon viso a cattivo gioco...perché altrimenti si deve combattere in continuazione e...beh..anche no!!
      Ti abbraccio forte e ti auguro buon w.e.

      Elimina
  21. carissima ricciola :) mi sento di comprenderti a pieno perchè anche a me succede, succede di farmi tante domande, non capire bene dove sbaglio, a volte perdermi e a volte farmi coraggio!! ogni difficoltà ci mette alla prova, ma importante è non farsi sopraffare dai penseri brutti!! queste mantovanine sono deliziose e per fortuna la cucina aiuta molto a distrarsi!!! un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai proprio ragione, stellina! Ciò che + conta è non farsi sopraffare :-)).
      Ricambio il tuo abbraccio con tanto affetto!

      Elimina
  22. Tesorino, no! Tutti noi abbiamo dei momenti di stanchezza mentale e fisica che ci fa pensare che forse stiamo sbagliando qualcosa. Spesso è solo ciò che capita quando la nostra testa è troppo piena quindi dobbiamo fermarci, sederci, respirare e ricominciare piano piano. Sei così solare e sono certa che il tuo sorriso risplenderà presto più brillante di prima e la tua energia tornerà a travolgere tutti noi in men che non si dica!
    Ti abbraccio forte forte!
    :* :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stellina!!! tauu! eh sì...poi ci sono quei periodi in cui tutto si accavalla: incomprensioni, stress, scadenze, fastidi. ma sì, è andata! :-)
      Un grande abbraccio e grazie :-*

      Elimina
  23. Oh dolce riccia mi spiace davvero tanto, mi auguro di cuore che sia solo un periodo no e che tutto poi si risolva.... Adoro le mantovane ma non sono mai riuscita a farle ma forse con la tua ricerra che dici? Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciau Ely!!! Questa ricetta è infallibile: se sono venute a me, non possono non venire a te!!!! Ricambio il tuo bacione!!

      Elimina
  24. ne so qualcosa di periodacci...sono mesi molto molto difficli e bui anche per me. quindi qualunque cosa ti stia affliggendo, io voglio donarti un mio pensiero felice, e un sorriso perchè io, quando li ricevo in dono, sto sempre meglio.
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE DI CUORE! :-) spero che passi questo tuo periodo buio! un bacione

      Elimina
  25. si dice sempre che mettere le mani in pasta aiuta, certo non si risolvono i problemi ma aiuta a sentirsi meglio!! questi panini hanno un aspetto stupendo! spero davvero che tutto si possa risolvere al più presto"
    baci
    Vale

    RispondiElimina
  26. che pane speciale! vedrai che presto spunterà il sole!

    RispondiElimina
  27. Senti, te lo scrivo qui che siamo più intime :) (c'è un post più aggiornato insomma,, quindi qui siamo un po' più tranquille no?)
    io sono pazza di te!!!
    avevo letto questo post... e ogni volta ci tornavo sperando di trovare le parole giuste... ma attraversando io stesso un periodo di meXXa, in cui annaspo e non ho più terra sotto i piedi, ste parole non le trovavo!
    tuttora, non le trovo :))) quelle giuste, dico.
    quindi, se non ti spiace, ti dico solo che sono pazza di te! punto! anzi, punto esclamativo!
    e ora torno nella mia tana :)
    forza piccola, ce la faremo!!
    :-* :-* :-*:-* :-*:-* :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io stessO????? vedi? ci ho pure le crisi di identità!!! ma un uomo no, per carità!!!! aborrrrrrro! :) ciao beddhA, ti ribacio io stessA medesimA sottoscrittA!
      :-*

      Elimina
    2. ma come ti vengono?!?!? mi riferisco a quel "+ intime" per via della presenza di un post + aggiornato!! hai ragione!! :-))
      anche a me talvolta è come se si chiudesse un cassetto, con doppia mandata...in certi momenti (tipo le ultime settimane), le parole non escono...sembrano tutte inutili, tutte sbagliate....ma "sentirsi" ci si sente eccome...vicine, solidali e l'unica cosa che verrebbe da dire è "quanto ti capisco"...che però, se anche tu come me non sei per il "mal comune mezzo gaudio" allora...il grande capo Estiqqatsi avrebbe qualche appunto da fare.
      trovandomi dall'altra parte della barricata ossia da quella del destinatario posso solo dirti che leggere che sei pazza di me mi manda letteralmente in brodo di giuggiole!!!!
      Grazie di cuore tu e le tue socie siete davvero dei tesori! Ti abbraccio e che dire? passerà, mia bella Tam.

      Elimina
    3. uuuhhh ma sai che mi ero lasciata distrarre dalla natura del tuo periodo (n.d.r.: "mexxa") per cui manco l'avevo notato quel lapsus?!? ^_^
      qui ci va del sano riposo!!!! un bacione e non stare troppo rintanata altrimenti ti vengo a stanare io!!

      Elimina