mercoledì 9 aprile 2014

I cornetti salati del riciclo (con wurstel e formaggio)

Ed ecco una ricettina veloce veloce nata dalla necessità di smaltire la pasta brisè che avevo avanzato dalla ricetta della torta verde della mia mamma.
Grazie al mio nuovissimo tappetino in silicone con tanto di misurazioni e sagome, sono riuscita a stendere la pasta in modo tale da ottenere un cerchio del diametro di 30 cm e dello spessore di 2 mm.
Che meraviglia...non pensavo fosse possibile questo miracolo! Non che ambissi a diventare Giotto...ma quanto meno avvicinarmici con un ovale od un'ellissi. Ho sempre steso l'impasto e con rassegnazione constatato che in quanto a forme ci sono ampi margini di miglioramento.
Ad ogni buon conto cerchiamo di non divagare...
Ho cavalcato l'onda della prima idea che mi è venuta in testa (l'ora del pranzo si stava approssimando troppo per potermi concedere voli pindarici tra le n e più ricette che prima o poi proverò) ossia ricavarne dei cornettini salati sfruttando delle "giacenze" del frigorifero: wurstel e formaggio a fette.
Ovviamente con la pasta sfoglia rimangono molto + belli e cicci...ma la croccantezza della pasta brisè li rende sfiziosi ed adatti ad un bell'aperitivo o anche ad una bella merenda.
Il segreto della croccantezza di questa sfoglia sta nell'utilizzo dell'acqua di cottura del riso che avevo utilizzato per il ripieno della torta già citata.
Con le dosi riportate qui sotto ho ottenuto 12 cornetti. Il consiglio è quello di fare un ripieno saporito (per questo motivo ai mini wurstel ho aggiunto del formaggio a fette) in quanto la pasta è priva di sale...accortezza che la rende perfettamente utilizzabile sia per il dolce che per il salato.

Ingredienti per la pasta brisè:
  •  200 gr. di farina 00 
  •  2 cucchiai di olio evo
  •  100 ml di acqua di cottura del riso (io carnaroli)

Ingredienti per il ripieno:
  •  12 mini wurstel di pollo
  •  3 fette di formaggio 
  •  un po' di olio per spennellare i cornetti
  •  sesamo

Strumenti:
  • una forchetta
  • un cucchiaio
  • un mattarello
  • un coltello
  • una tazzina
  • un pennello in silicone
  • una leccarda rivestita di carta da forno
Preparazione:

Sulla spianatoia ho versato la farina a fontana, ho praticato un buco al centro ed ho versato i cucchiai di olio.
Ho iniziato a lavorare gli ingredienti con una forchetta per poi passare all'uso delle mani. Per aiutarmi nell'amalgamare l'impasto ho aggiunto l'acqua di cottura del riso ancora tiepida (che aiuta l'olio a scaldarsi un po' e quindi facilita l'impasto)  a cucchiai, un po' per volta. 

Ho lavorato fino ad ottenere un impasto liscio e compatto (ci sono voluti 10 minuti buoni).
Con l'aiuto di un mattarello ho steso il disco di pasta fino ad ottenere un disco del diametro di 30 cm e circa 2 mm di spessore.
Ho poi diviso il cerchio in 12 triangoli, ne ho spennellato i bordi interni con un po' di olio evo, ho preso un quarto di fetta di formaggio (ho diviso ogni fetta in quattro quadratini) e l'ho posizionata alla base del triangolo di pasta. Ho messo sopra un mini wurstel ed ho arrotolato il tutto verso il vertice del triangolo.
Ho seguito lo stesso procedimento per gli altri cornetti.
Ho poi spennellato ciascun cornetto con dell'olio e cosparso con dei semini di sesamo.
Ho posizionato ciascun cornetto sulla leccarda rivestita di carta da forno ed ho infornato per 20 minuti a 200 °C.






Ciau!

LaGio' riccia.

Con questa ricetta partecipo per la categoria "Salati" al Contest:






In collaborazione con Peroni:




32 commenti:

  1. Che bella questa ricetta!! L'idea di utilizzare l'acqua del riso è geniale...da provare!! Complimenti carissima e a presto, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary!!! E' un'astuzia che mi ha insegnato la mia mamma ;-)
      Un abbraccio! A presto!!

      Elimina
  2. wurstel e formaggio stanno sempre bene insieme... li ho fatti ancora con la sfoglia ma mai con la brisè :/ Direi che li devo provare!!! :D
    Bacioni e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehh sì...diciamo che non sono il massimo della salute...ma hanno sempre il loro perché ;-)
      Forse con la brisè sono meno accattivanti nell'aspetto xché la sfoglia bella ciccia ha tutta un'altra resa però a livello di consistenze io li adoro!!
      Un abbraccio mega e buona giornata anche a te!

      Elimina
  3. Mmmm...buoni, ora ci starebbero proprio bene, son quelle ricette assassine perchè uno tira l'altro, non son troppo grandi, e alla fine ne mangi troppi! bell'idea di riciclo per non sprecare nulla! ciao riccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAH!!! Ricette "assassine"!!! Lilli mi hai fatto ridere!!!! :-)))) è vero...uno tira l'altro! Il segreto è farne pochi ed offrire a manetta :-D
      Un abbraccio!!!

      Elimina
  4. Belli e buonissimi questi biscottini!! In bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  5. Bella idea per consumare gli avanzi di pasta brisée, e comunque il tappetino con le sagome è fantastico, lo vogliamo pure noi!! Buon weekend, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheheh!!! Il tappetino semplifica di molto la vita :-) ad una pasticciona come me, poi...!!!! ;-)

      Elimina
  6. Quanto mi piacciono questi ricicli sai? Sono perfetti per smaltire gli avanzi e golosi per la nostra gola! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e poi essendo "avanzi" le quantità non sono eccessive e quindi diciamo che limitiamo i danni ;-))). Un bacio mega, Ely!

      Elimina
  7. BELLA RICETTINA, MOLTO ORIGINALE. BRAVA, NON SI BUTTANO MAI GLI AVANZI, BISOGNA SEMPRE TROVARE UNA SOLUZIONE PER CONSUMARLI E QUESTA E' OTTIMA. CIAO BUON WEEKEND SABRINA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sabrina!! Buon week-end anche a te ;-)

      Elimina
  8. ah, di questi, in un sol boccone....potrei mangiarne a chili!
    Che golosi!!!!!
    bacioni e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, Simooo!!! :-D un bacione e buona settimana

      Elimina
  9. tesoro hai preparato un riciclo super sfizioso, me li preparo anche senza avanzi !
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  10. Evviva i ricicli!!! Questi cornetti hanno un aspetto delizioso!!! Bravissima. Io li adoro e mi sento proprio bene quando salvo il cibo dall'ingiusta pattumiera. Ne ho uno in forno - speriamo bene!!! un abbraccio e buona serata. serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciau Serena!! Eheheheheh grazie mille!! Sarà sicuramente delizioso.
      Tanti baci e buona settimana!

      Elimina
  11. Ma che bella l'idea di riciclare l'acqua del riso!!!! e che bei risultati sia per i cornetti che per la torta salata!!!
    Buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Mila!! Ti assicuro che l'acqua del riso fa la differenza :-)
      Buona settimana anche a te!

      Elimina
  12. Ciao Cara Ricciolona, felice di conoscerti e grazie per essere passata a trovarmi. Ti mando un abbraccione. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pat!! Ma ben venuta a te :-). Un abbraccio e a presto!!

      Elimina
  13. eccomi qui e che piacere due punti in comune una montagna di ricci ( siamo più creative iihihihihi ) e la cucina
    a presto veronica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai scritto niente!!! eheheheheh! A presto e ben trovata!

      Elimina
  14. Che buoniiiiiiiii e che belliiiiiiiiii ogni occasione è buona per gustarli!!!!!!!!!!!
    ciaoo
    Sissi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sissi!! Ehhh poi piccini...uno tira l'altro ;-) Ciao!

      Elimina
  15. le ricette del riciclo riescono sempre meravigliosamente!
    un abbraccio riccia bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è 'sta botta di originalità o di presenza...ma la soddisfazione nel mangiarseli....!!!!! :-D un bacione

      Elimina
  16. mamma mia che buoniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
    Bravissima mi piacciono un casino :-)

    RispondiElimina